La Legge di Bilancio 2023 prevede un INCREMENTO DELLE PENSIONI di importo pari o inferiore al trattamento minimo INPS.

Con il Messaggio n.2329 del 22 giugno 2023, l'Istituto comunica che sulla mensilità di LUGLIO 2023 verrà corrisposto d’ufficio l’incremento in oggetto, comprensivo degli arretrati.

Sarà erogato ai titolari di pensione lorda complessiva in pagamento per ciascuna delle mensilità, di importo pari o inferiore al trattamento minimo INPS, per il periodo dal 1°  gennaio 2023 al 31 dicembre 2024, ivi compresa la tredicesima mensilità.

Spetterà solo sulle pensioni pagate dall’INPS; pertanto, il beneficio non sarà erogato sulle pensioni gestite da Enti diversi dall’Istituto.

Le tipologie di prestazioni escluse dall’incremento sono le seguenti:

 prestazioni a carico delle assicurazioni facoltative

  • prestazioni a carattere assistenziale
  • prestazioni di accompagnamento a pensione

Per le pensioni, la cui decorrenza si colloca fra il 1° gennaio 2023 e il 31 dicembre 2024, l’incremento spetterà dalla data di decorrenza della pensione.

Per l‘anno 2023, gli importi dell'incremento saranno i seguenti:

  • 1,5% per i soggetti infra75enni;
  • 6,4% per i soggetti ultra75enni.

Per l’anno 2024, sarà pari al 2,7% senza distinzione di età.

Scarica il ---> Messaggio INPS 2329 del 22-06-2023

PATRONATO PRENOTATO 1200x310

SERVIZI
Migranti  sedi e orari
 
sedi e orari  News locali